Quando ci si vuole associare con altri soggetti per dar vita ad una società, è necessario individuare, anche con l’ausilio del proprio notaio di fiducia, quale sia, sotto il profilo organizzativo, la forma più idonea di società, tenuto conto anche degli scopi che si intendono perseguire.

Per dare vita ad una società come sopra accennato è necessario stipulare un contratto, con l'unica eccezione della Società a Responsabilità Limitata e della Società per Azioni che possono essere costituite anche per atto unilaterale, qualora abbiano un unico socio.

Cosa bisogna fare per dar vita ad una società? Le parti che intendono costituire una società devono concludere un contratto: il contratto di società (c.d. atto costitutivo), con il quale due o più persone conferiscono beni o servizi per l’esercizio in comune di un’attività economica allo scopo di dividerne gli utili.

Che cos'è la surroga

La surroga (c.d. "portabilità del mutuo") è l’istituto con il quale il mutuatario (debitore) ha la possibilità di trasferire il proprio mutuo ipotecario dalla propria Banca ad un'altra Banca, senza oneri e costi aggiuntivi.

La disciplina del mutuo

Il mutuo è definito dal legislatore nell'art.1813 c.c. come il "contratto col quale una parte consegna all'altra una determinata quantità di danaro o di altre cose fungibili, e l'altra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie e qualità".

La circolazione dei beni mobili

I beni immobili (vale a dire i terreni, ed i beni che sono permanentemente incorporati od ancorati al suolo) hanno un regime di circolazione diverso dai semplici beni mobili. Per gli atti che li riguardano infatti il legislatore prescrive a pena di nullità la forma scritta. Un semplice atto scritto pertanto, a' sensi dell'art.1350 del Codice Civile è sufficiente a causare il passaggio di proprietà a favore dell'acquirente, nell'istante in cui viene sottoscritto.